15 febbraio, 2016

Ink Workshop di Urban Sketchers al Castello Aragonese di Ischia



V Urban Sketchers Workshop a Napoli
29 settembre / 3 ottobre 2016

guest artist Ch'ng Kiah Kiean
instructors Simo Capecchi, Ch'ng Kiah Kiean, Caroline Peyron
art direction Franco Lancio 

in partnership con l'Associazione Amici di Gabriele Mattera
in collaborazione con il parco termale Negombo, Ischia 

**aggiornamento 1 marzo: workshop al completo! - scrivetemi per la lista d'attesa**
** AGGIORNAMENTO: qui le foto!**

La quinta edizione del workshop napoletano di Urban Sketchers sarà di nuovo al Castello Aragonese di Ischia, un luogo ideale per osservare, dipingere e creare in armonia con la natura, un paradiso a 40' dalla città di Napoli. I soggetti non ci mancheranno e anche dopo la fortunata edizione dello scorso ottobre c'è ancora molto da esplorare. 
Il workshop si apre con l'inaugurazione di una mostra personale di Ch'ng Kiah Kiean nella chiesa dell'Immacolata presso il Castello Aragonese di Ischia. Ospite d'eccezione, Kiah Kiean viene dalla Malesia per condividere la sua arte con noi e in suo onore il workshop è dedicato in particolare al bianco e nero e all'inchiostro di China. 


Con Ch'ng Kiah Kiean, artista e urban sketcher malese, ci dedicheremo alla composizione della pagina tra pieni e vuoti e alle infinite varianti della linea con riferimento alla pittura cinese tradizionale, reinterpretata tra le antiche architetture e i panorami dal Castello Aragonese. Un approccio diverso all'uso dell'inchiostro è quello proposto da Caroline Peyron, artista e insegnante dall'energia contagiosa che nell'orto lussureggiante del Castello guiderà i partecipanti a ricrearne le diverse texture e sfumature con la linea e con il pennello. Simo Capecchi suggerisce di concentrarsi sull'aspetto narrativo dei disegni per creare un reportage illustrato dove integrare anche un testo scritto. Ospiti locali con storie interessanti da raccontare sul Castello e sulla loro vita nell'isola si presteranno ad essere ritratti ed intervistati per creare un reportage collettivo, fatto di diversi punti di vista.

instructors / workshops / locations

Ch'ng Kiah Kiean / Disegnare con l'inchiostro e il bastoncino / terrazze del Castello.
I partecipanti saranno guidati a rappresentare l'ambiente in bianco e nero e a rendere tutti i toni di grigio utilizzando dei semplici bastoncini appuntiti a mano, intinti nell'inchiostro di China.

Rio Pereque Acu, Paraty, Brazil 2014
Nella pittura tradizionale cinese lo spazio vuoto gioca un ruolo fondamentale e nella composizione della pagina il bianco può avere lo stesso peso del nero. Kiah Kiean ci aiuterà a lavorare sull'equilibrio tra pieni e vuoti e a lasciare spazi bianchi nei disegni in modo creativo. Utilizzare un bastoncino secco per disegnare ci incoraggia a fabbricare i propri attrezzi da disegno in modo semplice, raccogliendo bastoncini sul posto. 





Sperimenteremo un attrezzo insolito che impedisce di entrare troppo nei dettagli a favore di una evocazione suggestiva del paesaggio. I partecipanti potranno esplorare le delicate variazioni delle linee create dai bastoncini e le velature di diversa intensità da stendere a pennello, utilizzando sempre l'inchiostro di China.

Cihou Fort, Taiwan 2013
Il workshop comincia con schizzi che utilizzano solo la linea seguiti da disegni al tratto e campiture create col pennello asciutto fino a disegni al tratto completati da velature di inchiostro date a pennello. Kiah Kiean introdurrà ogni sessione con delle demo veloci per poi seguire ogni partecipante individualmente.

Guanyin Mountain, Taiwan 2013

Ch’ng Kiah Kiean è nato nel 1974 a George Town, Penang in Malesia. Ha studiato architettura alla University Sains Malaysia e si dedica all'arte, alla grafica e alla fotografia. E' un corrispondente di Urban Sketchers e nel 2010 ha contribuito a fondare il gruppo Urban Sketchers Penang. Ha pubblicato Sketches of Pulo Pinang nel 2009, Line-line Journey nel 2011 e Sketching Penang nel 2014. Sue mostre personali si sono tenute in Malesia e in altri paesi. Questa del Castello Aragonese sarà la sua prima mostra in Italia.
Altre informazioni sul suo sito: www.kiahkiean.com


Caroline Peyron / Ritmo e linee, soffio e velature / orti del Castello Aragonese.
Erasmo da Rotterdam elogia Dürer per come riesce ad esprimere tutto con la sola linea, senza ricorrere ai colori: ombre, luci, scintillio, rilievo… Dürer "dipinge ciò che non puo essere dipinto", persino la voce stessa.
Caroline lavora con l'inchiostro di China da molto tempo e non finisce di scoprire le sue infinite possibilità. Ha la sensazione che l’inchiostro renda non solo la luce ma anche i colori. Lavoreremo sia con l’inchiostro, con bambù e pennello, sia con le penne a sfera (Pilot V5 e V7) per indagare le diverse materie della natura, con le trasparenze, le oscurità, la luce e il vento: cercheremo di rendere il ritmo delle cose attraverso il tratto e il "soffio" della natura con le velature a pennello.

gardens in Naples, 2015
Nelle lingue antiche ciò che importava nei colori era la granulosità, l'intensità, la lucentezza e solo in un secondo momento la tonalità. Nei colori è fondamentale la relazione con la luce. Per esempio in latino esiste ater, il nero opaco e niger, il nero lucido; albus è il bianco opaco e candidus quello luccicante. Poco a poco per dire nero e bianco è rimasto un solo termine ed è stato necessario introdurre gli aggettivi. Disegneremo e dipingeremo nell’orto e nelle vigne del Castello circondati da una grande varietà di piante, alberi, pergolati, osservando le loro diverse tessiture e motivi, con luci e ombre in continuo mutamento. Durante il laboratorio Caroline leggerà anche dei frammenti di testi su questi temi.

vineyards in Provence, France.
Caroline Peyron è un'artista francese che vive a Napoli. Sue mostre personali si sono tenute a Napoli, Roma e Parigi presso numerose istituzioni culturali. L'ultima mostra è stata "Cielo" nella Certosa e Museo di San Martino a Napoli, ottobre 2015. Insegna arte da più di vent'anni presso scuole private e istituzioni come il Museo di Capodimonte e il Museo Archeologico a Napoli. Meet the instructor sul blog di Urban Sketchers.


Simo Capecchi / Storie del Castello, reportage collettivo/ Castello Aragonese e dintorni.
Avere un taccuino tra le mani è una grande opportunità di entrare in relazione con un luogo e con le persone che si incontrano e un buon inizio per raccontare una storia. Aggiungere un testo al disegno è un modo molto efficace per raccontare un incontro interessante, un paesaggio, un evento. In questo workshop cerchiamo di potenziare l'aspetto narrativo dei nostri disegni approfittando di un luogo speciale e profondamente radicato nella memoria collettiva e nella vita degli abitanti dell'isola. 

Live reportage per Ipomea, mostra delle piante rare, Ischia.
Il Castello Aragonese è stato incluso in tanti racconti e diari di viaggiatori e rappresentato da generazioni di artisti in viaggio in Italia. Negli ultimi cinquant'anni dopo un lungo periodo di abbandono è stato progressivamente ristrutturato fino a diventare una delle principali attrazioni turistiche dell'isola. Al suo interno ospita mostre ed eventi culturali ed è la sede dell'Istituto Europeo di Restauro. Il paese di Ischia Ponte, ai piedi del lungo ponte di accesso al Castello Aragonese, nonostante il flusso di turisti è ancora un villaggio di pescatori e un porto protetto dalla mole rocciosa su cui si erge il castello. Sul molo all'alba tutti i giorni si può andare a comprare il pescato della notte.

Live reportage per un laboratorio della Facoltà di Architettura di Napoli, a Riccia (BN)
Incontreremo diverse persone del posto con storie interessanti da raccontare, sul castello o sulla vita nell'isola e li ritrarremo nel loro contesto con una semplice penna e un taccuino. Ai partecipanti saranno dati consigli ed esempi su come organizzare e comporre testo ed immagine sulla pagina in modo da creare ognuno il proprio reportage illustrato.
Il gruppo lavorerà insieme per creare un racconto collettivo fatto di diversi punti di vista ed approcci personali per poi essere pubblicato sul blog di Urban Sketchers o in forma cartacea.

How they make cous-cous at Ennor restaurant in Naples.
Simo Capecchi ha studiato Architettura a Venezia e Napoli dove ora lavora come illustratrice. I suoi disegni sono apparsi su riviste e cataloghi ed esposti in numerose rassegne collettive. Dal 2006 ha curato mostre di taccuini di viaggio, tenuto workshop e corsi di disegno sia in Italia che all'estero con l'associazione Urban Sketchers.  
Altri reportage su Flickr / Vimeo / Issuu. Storie in una pagina per la rivista di viaggi Dove.



La mappa dell'anno scorso su GOOGLE MAP.

PROGRAMMA  (può cambiare per il tempo)

Giovedì 29 settembre
16.00 welcome e check-in al Castello Aragonese
17.00 Ch'ng Kiah Kiean demo sulle terrazze del castello.
18.30 Ch'ng Kiah Kiean opening della mostra nella Chiesa dell'Immacolata

Venerdì 30 settembre
   9.30 - 13.00  (divisi in tre gruppi)
Simo Capecchi, Storie del Castello, un reportage collettivo
Ch'ng Kiah Kiean, Disegnare con inchiostro di China e bastoncino
Caroline Peyron, Ritmo e linee, soffio e velature
   14.00 - 17.30 (tutti insieme)
Il Castello dalla spiaggia - con i tre istruttori
(dopo: giro in barca del Castello, facoltativo e non incluso nel prezzo del workshop).

Sabato 1 ottobre
   9.30 - 13.00  (divisi in tre gruppi)
Simo Capecchi, Storie del Castello, un reportage collettivo
Ch'ng Kiah Kiean, Disegnare con inchiostro di China e bastoncino
Caroline Peyron, Ritmo e linee, soffio e velature
   14.00 - 17.30 (tutti insieme)
Il Castello dalla Torre Michelangelo - con i tre istruttori
(si raggiunge via mare dal pontile del Castello, ritorno a piedi con passeggiata panoramica).

Domenica 2 ottobre
  9.30 - 13.00  (divisi in tre gruppi)
Simo Capecchi, Storie del Castello, un reportage collettivo
Ch'ng Kiah Kiean, Disegnare con inchiostro di China e bastoncino
Caroline Peyron, Ritmo e linee, soffio e velature
   14.00 - 17.30 (tutti insieme)
Itinerario architettonico e naturalistico nel Castello - con i tre istruttori

Lunedì 3 ottobre
10.00 - 16.00  Itinerario botanico e vedute marine dal giardino e parco termale del Negombo, baia di San Montano, Ischia. Tutto il gruppo è invitato ad un swim-and-draw party! Pranzo e ingresso alle terme offerto dal Negombo.
-------------------------

Costo / iscrizione -  € 240 (includono le ore di workshop secondo il programma).
Il 10% del ricavato è donato all'associazione no profit Urban Sketchers.
Per iscriversi email a: simo.capecchi(at)gmail.com

Partecipanti: max 30 / min 15. Ogni livello di esperienza è benvenuto. Scopo del workshop è la condivisione di diversi approcci ed esperienze e di stimolare l'abitudine a disegnare dal vero e sul posto.
Lingua: Inglese. Traduzione in italiano quando necessario.

Sponsor: Negombo parco termale. Altri saranno annunciati in seguito.

Alloggio: L'Albergo il Monastero, situato all'interno del Castello Aragonese di Ischia, propone ai partecipanti uno sconto del 20% sulle loro tariffe per una camera doppia. Per beneficiare di questa offerta  bisogna prenotare la stanza entro il 31 maggio - le camere disponibili sono poche. Per prenotare scrivere a: ilmonastero(at)castelloaragonese.it 
Altre sistemazioni si possono trovare nella zona di Ischia Ponte antistante il castello oppure sul sito di Airbnb.

vista dall'albergo Il Monastero
Il Castello Aragonese è una antica fortezza situata su un isolotto roccioso collegato all'isola di Ischia da un ponte costruito nel 15° secolo. La cittadella fortificata fu costruita per difendersi dai pirati e rimase per secoli l'insediamento principale dell'isola, ospitando più di mille famiglie, una dozzina di chiese, un convento e la fortezza vera e propria. Più volte bombardata, abbandonata e in seguito adibita a prigione fino al 1860, l'isola e i suoi edifici erano in gran parte in rovina quando fu venduta all'asta e comprata da un privato nel 1912. Opera della famiglia Mattera la lenta ricostruzione e l'apertura al pubblico della gran parte di edifici e giardini, adibiti a spazi per esposizioni, ospitalità e ristorazione.
Nel castello ha abitato il pittore Gabriele Mattera (1929-2005) - a lui si deve la promozione nel castello di importanti mostre d'arte ed eventi culturali fin dagli anni '50.
Visiteremo il suo atelier all'interno del convento, dove sono custoditi centinaia dei suoi dipinti ad olio di grandi dimensioni, guidati dal figlio Nicola in collaborazione con l'Associazione degli Amici di Gabriele Mattera
Nei secoli scorsi il castello Aragonese è stato il soggetto preferito dagli innumerevoli artisti in viaggio in Italia e sbarcati a Ischia e ancora oggi è uno dei luoghi più rappresentati dell'isola.

Foto delle edizioni precedenti del Workshop:



Nessun commento: